Smart Working nuovi obblighi normativi da settembre 2022

Nuovi corsi Antincendio 2022, chi deve farlo e quale scegliere?
5 Settembre 2022
Incentivi per la cartificazione EMAS
8 Settembre 2022

Smart Working nuovi obblighi normativi da settembre 2022

In azienda vuoi attivare lo Smart working? Dal 1° settembre 2022, l’Inail ha attivato un nuovo modello di comunicazione e tutti i datori di lavoro saranno tenuti a comunicare i nuovi elementi tra cui data di inizio e di fine delle prestazioni in lavoro agile dei propri dipendenti.  

Il mancato rispetto dell’obbligo comporterà l’applicazione di una sanzione da 100 a 500 euro per ciascun dipendente.

L’obbligo di comunicazione si applica:

  • nuovi accordi di lavoro agile 
  • si intenda procedere a modifiche (ivi comprese proroghe) di precedenti accordi. 

N.B. Restano valide per le aziende che hanno già attivato tali comunicazioni le modalità della disciplina previgente.

Come procedere con i nuovi obblighi smart working?

Tra azienda e Dipendente -> Le aziende che devono attivare o rinnovare le procedure di smart working devono firmare accordi individuali con i singoli dipendenti.  – Richiedi qui informazioni

Dove si prevede:

– la durata del periodo di smart working;

– l’eventuale alternanza tra periodi di lavoro in presenza e smart working;

– i luoghi di esercizio della prestazione lavorativa;

– gli strumenti di lavoro utilizzati;

– i tempi di riposo;

– le misure tecniche volte a garantire il diritto alla disconnessione;

– le forme e modalità di controllo della prestazione lavorativa compatibili con la normativa sulla privacy e lo Statuto dei Lavoratori;

– le forme e modalità di esercizio dei diritti sindacali.

Tra azienda e Inail -> Inoltre la documentazione da inviare all’Inail deve avere degli elementi obbligatori nella documentazione – Richiedi qui informazioni

Entro quando inviare tutta la documentazione?

Per queste variazioni il Ministero ha annunciato comunque che il nuovo obbligo, che si applica a partire dal 1° settembre 2022, potrà infatti essere adempiuto, con le modalità telematiche indicate nel D.M. n. 149 del 2022, entro e non oltre il 1° novembre di quest’anno.

Poi tutte le comunicazioni andranno effettuate entro il termine di cinque giorni dall’adozione dello smart working.

Fonte – Inail