Sicurezza in cantiere Novità 2022

Infortuni sul lavoro – cosa deve fare il datore di lavoro?
13 Dicembre 2022
Cosa succede se non opero in sicurezza, ma ho gli attestati formativi?
21 Dicembre 2022

E’ stato siglato il nuovo CCNL contratto collettivo nazionale edilizia e le novità sono molte a partire dalla formazione del personale fino ad arrivare alla sicurezza!

FORMAZIONE 

Formazione per tutti gli impiegati tecnici che entrano per la prima volta in cantiere!

Anticipato l’aggiornamento formativo obbligatorio ogni 3 anni per tutti i lavoratori e tutti gli impiegati tecnici che entrano per la prima volta in cantiere! 

Cosa deve fare il datore di lavoro?

Il datore di lavoro che applica questo contratto e rispetta il quinquennio per l’aggiornamento dei lavoratori – come da norme in materia di sicurezza sul lavoro – non incorre nelle sanzioni previste dalle norme stesse. 

Però è prevista un diverso tipo di sanzione, secondo l’articolo 509 del Codice Penale:

“Il datore di lavoro o il lavoratore, il quale non adempie gli obblighi che gli derivano da un contratto collettivo [2067-2077] [o dalle norme emanate dagli organi corporativi], è punito con la sanzione amministrativa da euro 103 a euro 516”.

Ecco perché è consigliabile per il datore di lavoro attenersi alla periodicità triennale stabilita dal CCNL edilizia.

SORVEGLIANZA SANITARIA

Sempre nel CCNL edilizia, sono state introdotte novità per quanto riguarda la sorveglianza sanitaria continua: si vuole rafforzare la prevenzione delle malattie professionali e degli infortuni nel settore.

Molti sono gli infortuni che accadono in questo settore per questo anche noi di SicurImpresa ci teniamo a informare e creare con i nostri clienti attività di tutela e prevenzione che fanno lavorare in tranquillità e molto più a lungo le aziende.

Vi consigliamo di mantenere sempre i documenti a disposizioni per verifiche e ispezioni e di pensare ad integrare negli anni un sistema di gestione.

SicurImpresa ha già adottato questa ISO nelle aziende i riscontri dei clienti non sono ”…devo proprio fare questa revisione…” Ma un vero e proprio cambio di approccio culturale sulle:

  • Procedure di valutazione e gestione del rischio
  • Attenzione a le conformità legislative
  • Pratiche di lavoro più sane e attente al benessere delle persone

Le aziende con questo sostegno si sono strutturate negli anni con un livello più alto di competitività e consapevolezza delle proprie responsabilità ma soprattutto la tranquillità di poter gestire le attività lavorative grazie a un’alta prevenzione del rischio. 

https://www.sicurimpresa.it/news-2/sistema-di-gestione-per-tutelare-gli-infortuni/