Piano di emergenza esterna per gestori di rifiuti (PEE)
15 Novembre 2021
Gestione delle scadenze della sicurezza sul lavoro: i 7 adempimenti più importanti
18 Novembre 2021

Nuovo decreto e sanzioni aziende 2021

Le Violazioni della sicurezza sul lavoro possono portare a una sospensione delle attività aziendali. Proprio il 22 ottobre 2021, è entrato in vigore il Decreto Legge 146/2021. Nuovi sanzioni aziende 2021.

Le novità di questo documento riguardano le violazioni della sicurezza sul lavoro e sospensione attività. La nuova norma inasprisce le pene per le aziende che non rispettano le norme di salute e sicurezza sul lavoro e/o che presentano un’eccessiva percentuale di lavoratori in nero.

Chi può sospendere l’attività e quando?

  • L’attività può essere sospesa dall’ispettorato nazionale del lavoro, durante un controllo, se registra che più del 10% dei lavoratori presenti sta operando senza un regolare contratto (o una comunicazione d’instaurazione del rapporto di lavoro).
  • L’attività può essere sospesa altresì nel caso in cui si registrino gravi violazioni delle norme di salute e sicurezza sul lavoro.

Il blocco dell’attività può essere imposto a partire dalle ore dodici del giorno lavorativo successivo al controllo.

Questo eccetto nel caso in cui le violazioni registrate in ambito salute e sicurezza sul lavoro possano generare un grave rischio imminente per la salute del lavoratore.

Va specificato che il blocco dell’attività va applicato alla sola attività nell’ambito della quale è stata registrata la violazione e potrà essere revocato in caso di:

  • Regolarizzazione dei lavoratori che prestavano lavoro in nero;
  • Ripristino delle regolari condizioni di salute e sicurezza sul lavoro;
  • Rimozione delle conseguenze pericolose della violazione elencate all’interno dell‘allegato 1;
  • Per lavoratori non regolari, attraverso il pagamento di una somma aggiuntiva di 2500€ (se il numero di tali lavoratori è inferiore o pari a 5) o 5000€ (se il numero di tali lavoratori è superiore a 5);
  • Pagamento della cifra dovuta per la violazione per gli importi indicati nell’allegato 1.

Per quanto riguarda le cifre di questi ultimi 2 punti inoltre, la sanzione è raddoppiata nel caso in cui nei 5 anni precedenti l’irregolarità, l’azienda sia stata sottoposta a provvedimento di sospensione.

Scarica qui la tabella completa delle sanzioni

Chiarezza sulle sanzioni aziende 2021

Il datore di lavoro che non rispetta lo stop all’attività e punibile con:

  • l’arresto fino a sei mesi in caso di violazioni in ambito salute e sicurezza sul lavoro, o con un arresto dai 3 ai 6 mesi in caso di rapporti di lavoro irregolari (questa sanzione può tuttavia essere sostituita dal pagamento di un’ammenda di importo compreso tra i 2.500€ e i 6.400€).

Nel caso di sospensione dell’attività questa sanzione può essere revocata a fronte del pagamento immediato del 20% della somma totale dovuta (il restante dell’importo dev’essere versato entro 6 mesi dalla revoca maggiorato del 5%).

Qui una tabella con tutte le sanzioni e i provvedimenti o richiedi informazioni specifiche allo sportello gratuito.

    FORMAZIONE SICURIMPRESA