I soggetti responsabili del DVR

La gestione del magazzino e il boom degli e-commerce
29 Marzo 2022
Cosa si rischia in azienda in caso di gestione ambientale scorretta?
4 Aprile 2022

I soggetti responsabili del DVR

Il DVR identifica i possibili rischi presenti in un ambiente di lavoro e analizza, valuta e rende a prova di rischio le operazioni di gestione, in modo che tu possa concentrarti sulla missione principale della tua organizzazione.

SicurImpresa da anni collabora con PMI per la redazione e controllo dei DVR aziendali, documenti importanti per la gestione aziendale. In questi giorni grazie allo sportello sicurezza 81/08 ci sono state rivolte alcune domande e vogliamo condividere con voi le risposte.

Chi sono i soggetti responsabili del DVR?

I “soggetti responsabili” sono tutte le figure su cui ricade l’onere della stesura e della verifica di validità del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e che perciò contribuiscono al controllo di tutte le specifiche manovre di sicurezza contenute nel documento.

  • Il primo soggetto responsabile è il datore di lavoro, questo non può delegare l’onere del DVR a nessun altro, anche se  ci sono altre figure interessate:
  • il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) collabora  alla  valutazione dei rischi collegati all’attività d’impresa e alla pianificazione delle misure da adottare per la sicurezza e la protezione degli individui; Leggi qui la formazione di un RSPP
  • il Medico Competente (MC), che provvede alla valutazione del rischio sanitario e alla predisposizione di un protocollo per la sorveglianza sanitaria;
  • il Rappresentante dei Lavoratori (RLS), che realizza un’attività di consulenza preventiva riguardo la valutazione del rischio e le misure preventive da adottare, riceve una copia del documento di valutazione dei rischi. Leggi qui la formazione di un RLS

Che aziende sono obbligate a redigere il DVR?

Tutte le aziende che abbiano almeno 1 dipendente (socio, collaboratore, tirocinante, ecc.) devono obbligatoriamente redigere il DVR e attuare le manovre preventive alla riduzione dei rischi e alla protezione degli individui. 

Richiedi una consulenza per avvio attività

Che validità ha il dvr dopo la prima approvazione e stesura?

IL DVR non richiede revisione periodica a meno che non si verifichino significative modifiche che interessino:

  • Processo produttivo,
  • Organizzazione del lavoro,
  • Nuovi macchinari,
  • Nuove mansioni,
  • Scadenze periodiche per quanto riguarda alcuni rischi specifici.

In tutti questi casi, il DVR deve essere aggiornato e la copia del documento deve essere inviata nuovamente al Rappresentante dei Lavoratori.

Che cos’è il Piano programmatico eventi del DVR?

Si tratta del “Piano di miglioramento aziendale”, rappresenta uno scadenzario delle misure da implementare e delle attività da svolgere in azienda, deve accompagnare il DVR (o essere esterno al DVR) e deve essere verificato e approvato nella Riunione Periodica.

Richiedi maggiori informazioni qui

Si può compilare un  DVR standardizzato?

Ci sono alcuni schemi per la procedura standardizzata

  1. effettuare una corretta descrizione dell’azienda, dei cicli e delle fasi lavorative;
  2. individuare i pericoli presenti in azienda;
  3. valutare i rischi associati ai pericoli e individuare le misure di prevenzione e protezione;
  4. definire il programma di miglioramento.

Consigliamo sempre il confronto con un tecnico esterno per poter personalizzare il DVR in base alla propria azienda. Avvia una consulenza gratuita qui

FORMAZIONE SICURIMPRESA