Fondo Energia – Emilia Romagna
22 Aprile 2022
Gli eventi raccontano – Rspp e responsabilità
28 Aprile 2022

Pnrr e Sicurezza sul lavoro

Arriva nel decreto PNRR, approvato il 13 aprile 2022 dal Consiglio dei Ministri, la norma che include le azioni per prevenire gli infortuni sul lavoro e tutelare la salute. L’INAIL promuoverà appositi protocolli per la realizzazione degli interventi del PNRR.

Vuoi iscriverti alla Newsletter per avere informazioni? Vai a fine articolo per iscriverti Clicca qui

Sicurezza sul lavoro, arriva una norma per prevenire gli infortuni e tutelare la salute dei dipendenti.

La nuova norma prevede azioni rivolte alla tutela dei lavoratori in materia di sicurezza sul posto di lavoro e di prevenzione degli infortuni nella fase di realizzazione degli interventi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Sarà l’INAIL a doversi occupare della promozione di appositi protocolli d’intesa con i soggetti interessati.

La norma inserita nel PNRR, su proposta del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando, è stata concepita con l’obiettivo di assicurare un’efficace azione di tutela dei lavoratori in materia di salute e sicurezza sul posto di lavoro e di contrasto al fenomeno degli infortuni.

Leggi – Infortuni e Malattie gli obblighi del Datore di lavoro

Leggi – Denunci e Infortuni chiarimenti INAIL

Leggi – Nuovo Certificato infortunio come compilarlo (scarica il documento)

Viene fatto il punto delle novità tramite comunicato stampa, pubblicato dal Ministero del Lavoro il 13 aprile 2022, in seguito all’approvazione del decreto di attuazione del PNRR.

Sicurezza sul lavoro, l’attivazione delle misure di prevenzione

L’INAIL dovrà promuovere specifici protocolli d’intesa con le aziende e i grandi gruppi industriali impegnati nell’esecuzione dei singoli interventi previsti nel piano Strategia europea in salute e sicurezza sul lavoro 2021-2027, al fine di attivare:

  • Programmi straordinari dedicati alla formazione in materia di sicurezza e salute sul lavoro che dovranno accrescere le competenze dei lavoratori in quei settori caratterizzati da una maggior crescita occupazionale, in ragione d’investimenti programmati;
  • Progetti di ricerca, sviluppo e sperimentazione di soluzioni tecnologiche (ad esempio robotica, esoscheletri, sensoristica per il monitoraggio degli ambienti di lavoro, materiali innovativi per l’abbigliamento, dispositivi di visione immersiva e realtà aumentata) al fine di migliorare gli standard di sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • Sviluppo di modelli e strumenti organizzativi avanzati per l’analisi e la gestione dei rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro, inclusi anche quelli generati da interferenze dovute alla compresenza di lavorazioni multiple;
  • Iniziative congiunte di comunicazione e promozione della cultura della salute e della sicurezza nei Luoghi di Lavoro, tramite la sottoscrizione di ulteriori protocolli d’intesa da attuare con aziende o grandi gruppi industriali pubblici o privati.

Cosa cambierà per le aziende?

Le verifiche e le attività ispettive saranno sempre più monitorate, ti terremo informato sulla norma Orlando, ti consigliamo d’iscriverti direttamente alla newsletter qui di seguito.

Vuoi rimanere aggiornato iscriviti qui

    FORMAZIONE SICURIMPRESA