P.I.M.U.S Ponteggi cos’è e quando è obbligatorio nei cantieri
8 Novembre 2021
GUIDA ALLA ISO 22001
11 Novembre 2021

Piano Transizione 4.0

Il 28 ottobre 2021 il governo ha approvato il Disegno di Legge di Bilancio 2022 che dispone una proroga delle agevolazioni 4.0 abbinata a importanti rimodulazioni.

L’articolo 9 è dedicato interamente alla “Proroga del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali «Transizione 4.0» e del credito d’imposta per investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, innovazione tecnologica 4.0 e in altre attività̀ innovative”.

La norma dispone una proroga triennale per i beni strumentali e decennale per le attività di ricerca, sviluppo, innovazione e design che tuttavia portano con sé una pesante rimodulazione delle aliquote.

Quali imprese possono accedere alle agevolazioni del Piano Transizione 4.0?

Il Piano Transizione 4.0 si rivolge a tutte le imprese residenti in Italia o che abbiano insediato organizzazioni stabili in Italia pur non essendo residenti, che effettuano investimenti nelle aree sopracitate destinati a strutture produttive ubicate nel territorio italiano, a decorrere dal 16 novembre 2020 fino al 31 dicembre 2022.

Vediamo con ordine che cosa prevede il testo della bozza del disegno di legge di bilancio.

Beni materiali e immateriali non 4.0

Il piano prevede una maggiorazione delle agevolazioni per l’investimento in beni materiali e immateriali non 4.0 rispetto al precedente piano Industria 4.0:

  • Beni strumentali materiali: credito di imposta che va dal 6% al 10%, con un massimale di 2 Mln €;
  • Strumenti e dispositivi tecnologici finalizzati all’implementazione di forme di lavoro agile (effettuati nel 2021): dal 6% al 15%;
  • Beni immateriali non 4.0: credito di imposta al 10% e massimale di 1 Mln € per investimenti effettuati nel 2021; credito di imposta al 6% per investimenti effettuati nel 2022 e fino al giugno 2023.

Beni materiali 4.0

Anche il credito di imposta per beni materiali 4.0 ha subito una maggiorazione rispetto al piano precedentemente in vigore:

  • Per spese con un tetto massimale di 2,5 Mln €: credito di imposta al 50% nel 2021 e 40% nel 2022
  • Per una spesa tra i 2,5 Mln € e 10 Mln €: al 30% nel 2021 e 20% nel 2022
  • Mentre se l’idea di spese è 10 Mln € e 20 Mln €: al 10% nel 2021 e nel 2022

Sarà necessario presentare una relazione tecnica e/o perizia giurata insieme alla domanda di agevolazione.

Beni immateriali 4.0

Rispetto al piano Industria 4.0:

  • Il credito per tali beni si eleva dal 15 al 20%,
  • Il massimale di spesa da 700 mila euro a 1 Mln €
  • Aliquota è prevista per tutto il biennio 2021-2022.       

Ricerca & Sviluppo. Innovazione, Design e Green

  • Ricerca e Sviluppo: credito dal 12% al 20%, con massimale da 3 Mln a 4 Mln €
  • Innovazione green e digitale: dal 10% al 15% e massimale da 1,5 Mln a 2 Mln €
  • Design e ideazione estetica: dal 6% al 10% e massimale da 1,5 Mln a 2 Mln €

Richiedi informazioni o assistenza a SicurImpresa.it

Credito d’imposta Formazione 4.0

Viene ammessa anche la formazione dei dipendenti e degli imprenditori nell’ambito del biennio 2021 e 2022 relativa agli ambiti ammissibili.

  • Credito di imposta al 50% per le piccole imprese, con un tetto massimale di spesa di 300.000 €
  • 40% per le medie imprese, con un tetto di 250.000 €
  • 30% per le grandi imprese, con un tetto di 250.000 €

È previsto un aumento credito al 60% nel caso di destinatari nelle categorie dei lavoratori dipendenti svantaggiati o molto svantaggiati (entro i limiti massimi annuali per l’impresa).

Le categorie dei lavoratori dipendenti svantaggiati o molto svantaggiati sono definite dal decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali 17 ottobre 2017.

Gli ambiti ammissibili riguardando investimenti in formazione in:

  • Advanced Manufacturing Solution
  • Additive manufacturing
  • Realtà aumentata  
  • Simulazione tra macchine interconnesse 
  • Horizontal/Vertical integration
  • Industrial internet
  • Cloud
  • Cybersecurity
  • Big Data & Analytics

Presenta la domanda con SicurImpresa.it

Se in questo anno devi formare i tuoi dipendenti in azienda, con corsi di sicurezza sul lavoro, progetta con noi la tua formazione finanziata.

Potrai frequentare con la tua azienda i corsi di cui necessiti senza spendere soldi ma utilizzando il finanziamento giusto per te.

Per non perdere queste opportunità 2021 contattaci senza impegno qui:

    Fonte:

    https://www.innovationpost.it/2021/10/28/transizione-4-0-nel-testo-della-legge-di-bilancio-lattesa-proroga-ma-i-crediti-dimposta-verranno-dimezzati/

    FORMAZIONE SICURIMPRESA