Piano nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici 2022

Delega di funzioni nella sicurezza sul lavoro
Delega delle Funzioni Sicurezza Sul Lavoro
15 Marzo 2022
Regole Covid e Green Pass, come gestirle in azienda dal 1 aprile 2022?
21 Marzo 2022

Piano nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici 2022

Chi lavora in un’azienda chimica deve conoscere tutte le novità e adeguarsi alle disposizioni per non rischiare di subire sanzioni in fase di controllo.

Ma le verifiche di controllo saranno estese a:

• Imprese soggette agli obblighi di cui al D.Lgs 105/2015 relativo agli incidenti rilevanti 

• Imprese in possesso di autorizzazione integrata ambientale di cui all’articolo 29 del D.Lgs. 152/06 

• Imprese con evidenze formali e oggettive che depongono per una non corretta valutazione e/o gestione delle sostanze in ambienti di vita e di lavoro 

• Imprese individuate dall’Autorità competente nazionale di seguito «ACN REACH-CLP» secondo le informazioni fornite dall’Agenzia europea per le sostanze chimiche di seguito «ECHA» 

• Imprese individuate dall’ACN REACH-CLP secondo le informazioni fornite dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli 

• Imprese individuate dagli uffici doganali per spedizioni in cui sospetta la non conformità REACH/CLP 

Imprese che utilizzano canali di vendita on-line, situate su tutto il territorio italiano anche in regioni differenti da quella di appartenenza dell’Autorità, che esegue il controllo 

• Imprese individuate dall’ACN REACH-CLP e dalle Autorità per i controlli REACH e CLP delle Regioni e delle Province autonome tramite consultazione dell’Archivio preparati pericolosi dell’ISS

 • Imprese di rilevanza in rapporto al contesto territoriale

 • Imprese che hanno pre-registrato sostanze ma non hanno completato il processo di registrazione

 • Imprese soggette a dichiarazione di rilevanza ambientale

 • Imprese aventi il ruolo di rappresentante esclusivo (OR) 

Il presente Piano è stato predisposto con la collaborazione del Gruppo tecnico interregionale REACH – CLP, con il Centro nazionale delle sostanze chimiche, prodotti cosmetici e protezione del consumatore dell’Istituto superiore di sanità e la Rete dei laboratori di controllo. Non dimentichiamo che in tema di controllo su prodotti chimici si devono effettuare 2 regolamenti:

REACH ovvero l’obbligo di registrare una sostanza all’interno della banca dati prima di poterla commercializzare.

CLP che stabilisce i criteri di classificazione etichettatura imballaggio da rispettare per commerciare la sostanza chimica e immetterla sul mercato.

Vediamo ora i controlli saranno condotti durante il 2022 e i risultati verranno rendicontati nel 2023.

 
 

Il Piano Nazionale delle attività di controllo è un documento fondamentale perché, oltre a chiarire che le ispezioni seguiranno quanto stabilito dal REF–10 (REACH Enforcement Project), indica gli aspetti che verranno maggiormente attenzionati durante i controlli:

Clicca qui per leggere tutte le verifiche
  • verifica degli obblighi di registrazione delle sostanze in quanto tali o in quanto contenute in miscele;
  • verifica degli obblighi di autorizzazione;
  • verifica degli obblighi di restrizione anche in relazione con obblighi di etichettatura e imballaggio per prodotti destinati ad uso professionale/industriale;
  •  verifica degli obblighi di notifica delle sostanze contenute in articoli;
  • verifica della comunicazione all’interno della catena di approvvigionamento;
  • verifica della conformità delle SDS e delle SDS estese;
  • verifica dell’obbligo di redigere la relazione sulla sicurezza chimica e dell’obbligo di applicare e raccomandare misure di gestione dei rischi;
  • verifica della conformità agli obblighi di conservazione delle informazioni;
  • verifica degli obblighi generali di classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele;
  • verifica dell’esenzione dai requisiti di etichettatura e imballaggio;
  • verifica degli obblighi di etichettatura e imballaggio per detergenti liquidi per bucato destinati ai consumatori contenuti in un imballaggio solubile monouso;
  • verifica degli obblighi di notifica della classificazione a ECHA;
  • verifica degli obblighi di notifica della composizione delle miscele;
  • verifica del rispetto dei requisiti per la pubblicità di prodotti chimici e per la vendita online (articolo 48 del regolamento CLP);
  • verifica degli obblighi di imballaggio di sostanze o miscele pericolose fornite al pubblico tali da indurre i consumatori in errore (articolo 35.2 del regolamento CLP).
 
 
Fonti
https://www.reach.gov.it/node/1333 https://www.salute.gov.it/portale/documentazione/p6_2_2_1.jsp?lingua=italiano&id=3198 https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_3198_allegato.pdf