Nuove istruzioni per le macchine sollevamento materiali

IL PREPOSTO in azienda: che ruolo ha e perchè è importante investire nella sua formazione
17 Febbraio 2021
Bando Ripopolamento e rivitalizzazione dei centri storici nei comuni più colpiti
19 Febbraio 2021

Nuove istruzioni per le macchine sollevamento materiali

Inail ha predisposto un manuale in cui vengono decritte le Nuove istruzioni per le verifiche delle macchine movimento terra , i carrelli industriali attrezzati con dispositivi per sollevamento carichi sospesi e i caricatori per la movimentazione di materiali

Gli obblighi del datore di lavoro e la periodicità delle verifiche

Il datore di lavoro che possiede un apparecchio di sollevamento di tipo mobile, non azionato a mano con portata superiore a 200 kg, “provveda a:

  • dare comunicazione di messa in servizio dell’attrezzatura all’unità operativa territoriale dell’Inail competente, che provvede all’assegnazione di una matricola;
  • richiedere la prima delle verifiche periodiche all’unità operativa territoriale dell’Inail competente secondo le scadenze indicate dall’allegato VII al d.lgs. 81/08 e s.m.i.; il sopradetto allegato, per le attrezzature di sollevamento, prescrive periodicità variabili in base alla loro vetustà e al settore di impiego; in particolari settori, infatti, quali costruzioni, siderurgico, portuale ed estrattivo la frequenza di verifica si riduce. 

Forma con noi i tuoi lavoratori 

Il documento riporta l’indicazione delle periodicità prescritte per le attrezzature di sollevamento di tipo mobile:

  • Apparecchi di sollevamento materiali con portata superiore a 200 Kg. non azionati a mano, di tipo mobile o trasferibile, con modalità di utilizzo riscontrabili in settori di impiego quali costruzioni, siderurgico, portuale, estrattivo: verifica annuale;
  • Macchine di sollevamento materiali con portata superiore a 200 Kg. non azionati a mano, di tipo mobile o trasferibile, con modalità di utilizzo regolare e anno di fabbricazione non antecedente 10 anni: verifica biennale;
  • Dispositivi di sollevamento materiali con portata superiore a 200 Kg. non azionati a mano, di tipo mobile o trasferibile, con modalità di utilizzo regolare e anno di fabbricazione antecedente 10 anni: verifica annuale

 Le indicazioni sulle verifiche degli apparecchi di sollevamento

Si indica, poi, che gli apparecchi di sollevamento di tipo mobile immesse sul mercato prive di marcatura CE, rimangono soggette al previgente regime omologativo, di esclusiva competenza dell’Inail, al termine del quale rientrano nel regime delle verifiche periodiche successive alla prima. 

Nel caso di apparecchi di sollevamento di tipo mobile immessi sul mercato prima di settembre 1996, ovvero privi di marcatura CE ai sensi della direttiva macchine, “il datore di lavoro dovrà produrre la documentazione prevista dalla circolare n. 77 del 23 dicembre 1976 ”.

Hai qualche domanda, scrivi ad un tecnico qui disponibile: 

Rimandiamo i lettori, anche in questo caso, alla lettura del documento Inail che fornisce informazioni sulle attrezzature di sollevamento che rientrano o non rientrano tra gli apparecchi di sollevamento di cui all’allegato VII del D.lgs. 81/2008. 

Forma con noi i tuoi lavoratori 

 Clicca qui per la formazione in azienda 

 Clicca qui per vedere tutti i corsi in calendario. 

FORMAZIONE SICURIMPRESA