IL PREPOSTO in azienda: che ruolo ha e perchè è importante investire nella sua formazione

Quando scade il Documento Valutazione dei Rischi?
15 Febbraio 2021
Nuove istruzioni per le macchine sollevamento materiali
19 Febbraio 2021

IL PREPOSTO in azienda: che ruolo ha e perchè è importante investire nella sua formazione

CHI È IL PREPOSTO?

Secondo la definizione normativa il Preposto è la persona che, in base alla gerarchia e alle sue competenze professionali, sovrintende alle attività lavorative altrui attuando le direttive ricevute e verificando che vengano correttamente eseguite dai lavoratori.

É una figura che già quotidianamente lavora fianco a fianco dei lavoratori e che di base impartisce ordini agli stessi, proprio per questo la legge affida a lui il compito di sovrintendere alle attività lavorative quotidiane.

Iscriviti alla formazione preposto:

CHE FUNZIONE HA IL PREPOSTO IN AZIENDA?

Di seguito un elenco esaustivo delle funzioni principali che svolge questa figura:

  1. verificare affinché soltanto i lavoratori che hanno ricevuto adeguate istruzioni accedano alle zone che li espongono a rischi;
  2. richiedere l’osservanza delle misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e dare istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato e inevitabile, abbandonino il posto di lavoro o la zona pericolosa;
  3. informare il più presto possibile i lavoratori esposti al rischio di un pericolo grave e immediato circa il rischio stesso e le disposizioni prese o da prendere in materia di protezione;
  4. astenersi, salvo eccezioni debitamente motivate, dal richiedere ai lavoratori di riprendere la loro attività in una situazione di lavoro in cui persiste un pericolo grave ed immediato;
  5. segnalare tempestivamente al datore di lavoro o al dirigente sia le inefficienze dei mezzi e delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale, sia ogni altra condizione di pericolo che si verifichi durante il lavoro, delle quali venga a conoscenza sulla base della formazione ricevuta;
  6. frequentare appositi corsi di formazione secondo quanto previsto dall’articolo 37.

LA NOMINA DEL PREPOSTO È OBBLIGATORIA?

In generale, ad eccezione di alcuni casi specifici, la nomina di tale figura non è obbligatoria: si tratta di una scelta del Datore di Lavoro che, in questo modo, può organizzare e controllare in maniera più efficiente le direttive dell’azienda nell’ambito della sicurezza sul lavoro.

MA È POSSIBILE RIFIUTARE L’ASSUNZIONE DI TALE INCARICO?

Non è, però, possibile rifiutare l’incarico di cui si viene investiti. Questo proprio perchè stiamo parlando di UN RUOLO ASSUNTO NEI FATTI e, quindi, implicito nello svolgimento di una certa mansione (es. il capo ufficio, il capo squadra, il capo cantiere, il capo officina, ecc ….). Il rifiuto del soggetto individuato a svolgere la funzione di Preposto non appare un’opzione plausibile proprio nel momento in cui tale ruolo sia legato naturalmente alle sue mansioni in concreto espletate. 

A tal proposito per questa figura, l’art.299 del D.Lgs. 81/2008 parla di “Esercizio di fatto di poteri direttivi” e prevede che “le posizioni di garanzia relative ai soggetti di cui all’articolo 2, comma 1, lettere b), d) ed e) [datore di lavoro, dirigente e preposto, n.d.r.] gravano altresì su colui il quale, pur sprovvisto di regolare investitura, eserciti in concreto i poteri giuridici riferiti a ciascuno dei soggetti ivi definiti.

COSA AFFRONTIAMO NEI NOSTRI CORSI DI FORMAZIONE PER PREPOSTI?

Il ruolo del Preposto, oggi, non può più limitarsi al mero adempimento degli obblighi che la normativa vigente in materia di sicurezza e tutela della salute pone a suo carico ma deve indirizzarsi, oltre al miglioramento del livello qualitativo della comunicazione con gli altri ruoli presenti nell’organizzazione aziendale, verso un’attività di “coaching” del personale posto sotto il suo diretto controllo che si deve tradurre, riguardo la prevenzione e protezione dai rischi, in un’azione di:

  • informazione/formazione, addestramento e degli addetti
  • sensibilizzazione E motivazione degli addetti al fine di favorire l’adozione e lo sviluppo di “comportamenti sicuri”.

 

Indubbiamente, il ruolo di “Preposto” si presenta notevolmente complesso e necessita, per la sua corretta gestione, di competenze non solo tecniche ma anche relazionali, organizzative, psicologiche.

 

SCOPRI IL PROGRAMMA E LE ALTRE SPECIFICHE DEL CORSO DI FORMAZIONE

Seleziona le date per maggiori informazione sulla tua iscrizione

SCARICA IL CALENDARIO DEL PRIMO SEMESTRE

 CALENDARIO CORSI 

PDF CORSI 

Fonti dell’articolo

Punto sicuro – Testo Unico Salute e Sicurezza

 

 

 

FORMAZIONE SICURIMPRESA