Cos’è l’Audit Energetico
3 Novembre 2021
P.I.M.U.S Ponteggi cos’è e quando è obbligatorio nei cantieri
8 Novembre 2021

I fattori di rischio chimico in azienda

La maggior parte di infortuni sui luoghi di lavoro da rischio chimico è dovuta da

  • Incendi o esplosioni;
  • Contatto con agenti chimici;

Una combinazione di procedure di lavoro errate con uno o più dei seguenti fattori:

Attrezzature di lavoro e DPI non adeguati +

Ambienti che non rispondono ai requisiti di sicurezza;

In genere, le pratiche scorrette derivano da una mancata formazione dei lavoratori; esempi di casi in cui possono verificarsi infortuni possono essere per un:  

  • Utilizzo di prodotti infiammabili in contenitori non idonei in ambienti privi di sistemi di aerazione o sistemi anti-scintilla;
  • Attività di saldature o tagli metallici in presenza di materiali infiammabili (ad esempio vernici, solventi, polveri di varia natura);
  • Un scorretto utilizzo di prodotti per le pulizie o per la disinfezione, i prodotti per la stampa e per la conservazione degli alimenti, sono tutti agenti chimici con i quali si può venire a contatto con estrema facilità;
  • presenza di sostanze chimiche che possono formare atmosfere esplosive richiede la valutazione del rischio specifico ATEX.

Il contatto con agenti chimici, invece, può essere generato da:

  • Esposizioni inalatorie o cutanee;
  • Mancanza di DPI;
  • Materiali pericolosi dovuti alla loro natura, trasformazione e stoccaggio.

E la non corretta gestione degli ambienti confinati porta all’utilizzo di prodotti volatili che provocano intossicazioni acute in luoghi non dotati di sistemi di ventilazione/aspirazione, assenza di sistemi di rilevamento dedicati, di areazione, di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, ecc.

Quindi, i fattori di rischio si abbassano se la valutazione del rischio chimico è condotta da tecnici specializzati in modo approfondito e puntuale considerando tutti i fattori di rischio correlati.

Quando deve essere effettuata la valutazione del rischio chimico?

La valutazione rischio chimico è di fatto sempre obbligatoria in quanto il legislatore impone al Datore di Lavoro l’obbligo di valutare tutti i rischi potenzialmente presenti in azienda.

SicurImpresa offre la possità di una valutazione rischio chimico ai sensi del D.lgs. 81/2008, garantendo qualità ed efficacia e mettendo a disposizione tecnici qualificati.

Nel caso in cui l’azienda avesse bisogno di un sostegno legato al finanziamento formativoSicurImpresa grazie ai fondi interprofessionali può progettare un percorso finanziato per poter formare e istruire i lavoratori senza chiedere ulteriori investimenti all’azienda.

FORMAZIONE SICURIMPRESA