Aggiornamenti Covid 19: DPCM del 14/7/2020

Lavoratore assunto per una mansione ma senza formazione
14 Luglio 2020
Trasforma la tua azienda con la Digital Transformation
16 Luglio 2020

Aggiornamenti Covid 19: DPCM del 14/7/2020

Il 14 luglio 2020 è stato firmato un nuovo DPCM (decreto del presidente del Consiglio) che proroga dal 15 al 31 luglio i divieti e le restrizioni anti-coronavirus già decisi dal governo e introduce qualche novità su treni e arei.
Bloccati i voli che arrivano da Paesi a rischio contagio Covid, conferma della chiusura delle discoteche, obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi, controlli contro gli assembramenti, protocolli di sicurezza sui posti di lavoro: sono questi in sintesi i capisaldi del nuovo decreto, il cui testo è stato presentato dal ministro della Salute Roberto Speranza il 14 luglio in Parlamento e poi pubblicato in Gazzetta Ufficiale.
Le presenti schede tecniche contengono indirizzi operativi specifici validi per i singoli settori di attività, finalizzati a fornire uno strumento sintetico e immediato di applicazione delle misure di prevenzione e contenimento di carattere generale, per sostenere un modello di ripresa delle attività economiche e produttive compatibile con la tutela della salute di utenti e lavoratori.
In particolare, in ogni scheda sono integrate le diverse misure di prevenzione e contenimento riconosciute a livello scientifico per contrastare la diffusione del contagio, tra le quali:
    • norme comportamentali,
    • distanziamento sociale
    • e contact tracing.

Le indicazioni in esse contenute si pongono inoltre in continuità con le indicazioni di livello nazionale, in particolare con il protocollo condiviso tra le parti sociali approvato dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 aprile 2020, nonché con i criteri guida generali di cui ai documenti tecnici prodotti da INAIL e Istituto Superiore di Sanità con il principale obiettivo di ridurre il rischio di contagio per i singoli e per la collettività in tutti i settori produttivi ed economici. In tale contesto, il sistema aziendale della prevenzione consolidatosi nel tempo secondo l’architettura prevista dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 costituisce la cornice naturale per supportare la gestione integrata del rischio connesso all’attuale pandemia. In ogni caso, solo la partecipazione consapevole e attiva di ogni singolo utente e lavoratore, con pieno senso di responsabilità, potrà risultare determinante, non solo per lo specifico contesto aziendale, ma anche per la collettività.

Inoltre sono state aggiornate le linee guida per la riapertura delle attività economiche e per il trasporto pubblico.
E’ rilevante quanto segue:
“relativamente all’utilizzo dei guanti monouso, in considerazione del rischio aggiuntivo derivante da un loro errato impiego, si ritiene di privilegiare la rigorosa e frequente igiene delle mani con acqua e sapone, soluzione idro-alcolica o altri prodotti igienizzanti, sia per clienti/visitatori/utenti, sia per i lavoratori (fatti salvi, per questi ultimi, tutti i casi di rischio specifico associato alla mansione)
Verranno prorogate anche le restrizioni relative alle attività lavorative. Restano quindi confermate le “modalità di lavoro agile, ove possano essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza”
Scarica qui il pdf integrale del nuovo Decreto CLICCA QUI
FORMAZIONE SICURIMPRESA