Classi MERCI PERICOLOSE – Quali rischi e quali sanzioni?

Formazione Elearning – Rispondiamo alle vostre domande
21 Dicembre 2020
SMART WORKING E DVR, COME VALUTARE I RISCHI E AGGIORNARLO
29 Dicembre 2020

Classi MERCI PERICOLOSE – Quali rischi e quali sanzioni?

L’Accordo Europeo per la movimentazione delle Classi MERCI PERICOLOSE su strada – Quali rischi e quali sanzioni? a (ADR 2019) prevede delle sanzioni amministrative in caso di mancata osservanza. Tali sanzioni vengono applicate dagli Organi Preposti al Controllo a livello Nazionale.

Prevede che in caso di inadempienze potrebbero essere applicate le disposizioni sanzionatorie alla pluralità dei soggetti coinvolti nel trasporto di merci pericolose e che sono tutti quei soggetti elencati al 1.4: Destinatario, Trasportatore, Speditore.

In particolare (fonte Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – MIT) le sanzioni possono essere schematizzate nell’elenco di seguito riportato:

  • Chiunque circola con un veicolo la cui massa complessiva a pieno carico risulta essere superiore di oltre il 5% a quella indicata nella carta di circolazione, quando detta massa è superiore a 10 t è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma:
  1. a) da euro 41 a euro 169, se l’eccedenza non supera 1t;
  2. b) da euro 85 a euro 338, se l’eccedenza non supera le 2 t;
  3. c) da euro 169 a euro 679, se l’eccedenza non supera le 3 t;
  4. d) da euro 422 a euro 1.695, se l’eccedenza supera le 3 t.
  • Chiunque trasporta merci pericolose senza regolare autorizzazione, quando sia prescritta, ovvero non rispetta le condizioni imposte, a tutela della sicurezza, negli stessi provvedimenti di autorizzazione è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 1.988 a euro 7.953.
  • Chiunque viola le prescrizioni relative all’idoneità tecnica dei veicoli o delle cisterne che trasportano merci pericolose, ai dispositivi di equipaggiamento e protezione dei veicoli, alla presenza o alla corretta sistemazione dei pannelli di segnalazione e alle etichette di pericolo collocate sui veicoli, sulle cisterne, sui contenitori e sui colli che contengono merci pericolose o che le hanno contenute se non ancora bonificati, alla sosta dei veicoli, alle operazioni di carico, scarico e trasporto in comune delle merci pericolose, è soggetto alla sanzione amministrativa da euro 403 a euro 1.617. Si applica anche la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida e della carta di circolazione da due a sei mesi.
  • Per la violazione degli obblighi in materia di equipaggiamento del mezzo è prevista una sanzione da 406,00 Euro a 1.632,00 Euro, decurtazione di 10 punti dalla patente e la sospensione della patente e carta di circolazione da due a sei mesi;
  • Se l’equipaggio risulta privo di equipaggiamento personale, documentazione di trasporto e istruzioni scritte la sanzione pecuniaria varia da 406,00 Euro a 1.632,00 Euro e decurtazione di 2 punti dalla patente;
  • La violazione delle prescrizioni relative all’idoneità tecnica dei veicoli e all’etichettatura della merce prevede una sanzione pecuniaria da 406,00 Euro a 1.632,00 Euro con decurtazione di 10 punti oltre alla sospensione della patente di guida e della carta di circolazione per un periodo di tempo che può andare dai due ai sei mesi;
  • Le sanzioni relative alle marcature mancanti o irregolari, all’imballaggio non idoneo o all’errato fissaggio del carico variano da 163,00 Euro a 652,00 Euro

Riassumendo, le sanzioni vengono applicate per le violazioni relative agli obblighi di classificazione delle merci pericolose, all’etichettatura e all’imballaggio e alle disposizione relative alla documentazione, ai veicoli e all’equipaggiamento. I controlli sono effettuati d Polizia Stradale come descritto nel D.M. 3/3/97 (recepimento della Direttiva 95/50/CE).

Gli Organi di Polizia Stradale possono effettuare controlli e verifiche su strada, e in aree private (ad esempio sulle modalità di carico e scarico nei depositi privati delle aziende). Le ispezioni riguardano sia la cabina che il vano di carico.

In particolare possono essere sottoposti a controlli:

  • Colli, recipienti o cisterne;
  • Equipaggiamento di sicurezza del veicolo e del conducente
  • Locali delle imprese in cui si effettuano carico, scarico e stoccaggio di merci pericolose;
  • Verifica dei Documentazione di trasporto.

Gestire in sicurezza questi passaggi fondamentali per la tua azienda 

richiedi informazioni qui: info@sicurimpresa.it

FORMAZIONE SICURIMPRESA