BANDO COMMERCIO E TURISMO – Emilia Romagna

Il primo soccorso dei lavori in quota
11 Dicembre 2019
Tra Prevenzione e Rischi di chi lavora con le macchine spargisale
18 Dicembre 2019

BANDO COMMERCIO E TURISMO – Emilia Romagna

La Regione Emilia-Romagna ha pubblicato il “BANDO COMMERCIO E TURISMO”,  con l’obiettivo su supporta la riqualificazione e la valorizzazione delle attività commerciali e di pubblico esercizio.

I soggetti beneficiari del Fondo Bando Commercio e Turismo sono nello specifico; imprese che esercitano attività commerciale al dettaglio in sede fissa, anche stagionale, avente i requisiti di vicinato.

Gli esercizi di vicinato sono quelli aventi superficie di vendita non superiore a 150 mq. nei comuni con popolazione residente inferiore a 10.000 abitanti e a 250 mq. nei comuni con popolazione residente superiore a 10.000 abitanti. La superficie di vendita è l’area destinata alla vendita delle merci, comprese le vetrine, esclusi il magazzino, il retrobottega e i bagni.

 

Imprese che esercitano, anche in forma stagionale, una attività di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e/o bevande ai sensi della vigente normativa (art. 2, comma 2 della L.R. n. 14/2003 e ss.mm e ii.).

Per attività di somministrazione pubblica di alimenti e bevande si intende l’attività di vendita per il consumo sul posto in tutti i casi in cui gli acquirenti consumano i prodotti in locali o superfici aperte al pubblico attrezzati a tal fine.

Tale attività deve essere svolta, a seguito della presentazione della SCIA o, nei casi previsti, della richiesta di autorizzazione, dai soggetti aventi i requisiti morali e professionali richiesti dalla normativa vigente.

Devi presentare la SCIA scrivi gratuitamente allo sportello gratuito di SicurImpresa per ricevere le carte utili per la tua azienda, clicca qui sotto e scrivici: 

 Tutti i progetti ammissibili dal bando commercio e turismo devono essere realizzati in unità locali dedicate all’attività di commercio al dettaglio in sede fissa – qualificati come esercizi di vicinato ai sensi della vigente normativa – e/o di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e/o bevande, situate nel territorio della Regione Emilia- Romagna e prevedere la realizzazione dei seguenti interventi:

 

  • riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività e delle relative pertinenze;
  • interventi per l’offerta di nuovi prodotti e/o servizi alla clientela e/o per il loro miglioramento o consolidamento anche tramite l’introduzione delle più moderne tecnologie informatiche e digitali

 SPESE AMMISSIBILI:

  • spese per opere edili, murarie e impiantistiche connesse agli interventi di riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività;
  •  spese di consulenza relative alla progettazione, direzione lavori e collaudo connesse agli interventi di riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività;(Tali spese sono ammesse nella misura massima del 10% delle spese di cui alla precedente voce A)
  •  spese per l’acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture e arredi funzionali all’esercizio dell’attività e all’offerta o al miglioramento di nuovi servizi e/o prodotti alla clientela nonché di sistemi per la vendita di prodotti sfusi e di vuoto a rendere;
  •  spese per l’acquisto di dotazioni informatiche (hardware), per l’acquisto di software e relative licenze d’uso, di servizi di cloud computing funzionali all’esercizio dell’attività e all’offerta o al miglioramento di nuovi servizi e/o prodotti alla clientela nonché per la realizzazione di siti internet ed e-commerce, con esclusione delle spese relative alla manutenzione ordinaria, all’aggiornamento e alla promozione;
  • spese per l’acquisto di beni intangibili quali brevetti, marchi, licenze e know how;
  • spese per l’acquisizione di servizi di consulenza strettamente connessi alla realizzazione dei progetti e/o richiesti per la presentazione delle domande. (Tali spese sono ammesse nella misura massima del 10% della somma delle spese di cui alle voci A+B+C+D+E).

 Il tipo di contribuzione che prevede il BANDO COMMERCIO E TURISMO è relativa al contributo a fondo perduto per un investimento minimo: 15.000 € % DI CONTRIBUZIONE sono il 40% delle spese ammissibili contributo massimo € 30.000,00

Tempistiche relative al progetto commercio e turismo emilia romagna sono i seguenti: 

PRIMA CALL

AVVIO PROGETTI: Dopo la presentazione della domanda di incentivo

TERMINE PROGETTI: 31/12/2020

SECONDA CALL

AVVIO PROGETTI: 1/1/2021

TERMINE PROGETTI: 31/12/2021

SCADENZA PRESENTAZIONE:

  • PRIMA CALL: 18 febbraio 2020, ore 10.00
  • SECONDA CALL: 15 settembre 2020, ore 10.00

 

 

 

FORMAZIONE SICURIMPRESA